Champagne Assemblage Toullec

SKU: 1149
Champagne Assemblage Toullec

Champagne Assemblage Toullec

SKU: 1149
Prezzo di listino €69,00 Prezzo scontato €59,00 - €10
/

  • Spedizione in tutto il mondo
  • Reso gratuito
  • Pagamenti sicuri
  • Magazzino basso, 5 articoli rimasti
  • Inventario in arrivo
Imposte incluse. Spedizione calcolata alla cassa.
Denominazione: Champagne AOC
Annata: 2018
Regione: Francia
Tipologia: Champagne
Vitigni: 50% Pinot Noir, 50% Chardonnay
Colore: Giallo dorato dai vivaci riflessi paglierino carico dal perlage fine e persistente
Profumo: Note di agrumi e di frutta a polpa gialla si uniscono a note vegetali e leggeri aromi di panificazione su uno sfondo minerale
Gusto: Di carattere, rotondo, complesso
Gradazione: 12%
Temperatura di Servizio:
8-10°C
Formato: Bottiglia 75 cl
Vigneti: Vigne situate in un unico vigneto situato a Rilly La Montagne
Vinificazione: Fermentazioni in legno per circa 8 mesi, seconda rifermentazione secondo le regole del metodo Champenoise
Affinamento: Sui lieviti in bottiglia per 48 mesi e successivo dégorgement
Filosofia Produttiva:
Vini Biologici

Il Brut "Assemblage" Premier Cru di Anthony & Clémence Toullec è un blend in pari percentuali di Pinot Nero e Chardonnay. Un assemblaggio tipico, eppure interpretato da questi due giovani vigneron in modo estremamente autentico ed artigianale. Le vigne sono situate in una delle 24 parcelle delle aziende, a Rilly. La volontà, per tutti i loro Champagne, è di garantire una maggiore complessità già al vino base che andrà a comporre la cuvée, ed è per questo che tutte le fermentazioni avvengono in legno. Si procede poi con l'assemblaggio con un max del 20% di vini di riserva. Per poi proseguire con la seconda rifermentazione in bottiglia secondo le regole del Metodo Champenoise. Una maturazione di 48 mesi sui lieviti e un dosaggio finale di circa 5 gr/litro. Il risultato? Sorprendente. Provare per credere.
Il Brut "Assemblage" Premier Cru di Anthony & Clémence Toullec è vivo nel calice. In quel giallo dorato dotato di carichi riflessi e in una bolla cha pare instancabile e non cessa mai di regalare brio neppure durante la bevuta. In un sorso dalla dorsale acida lunghissima che fa spazio alla morbidezza di un retronaso di rimando ai frutti gialli e alla loro polpa. Così la finezza sta tutta nello Chardonnay e la materia e l'energia nel Pinot nero. In un esercizio di stile che denota la maestria di questi due giovani ragazzi.

Siamo arrivati alla quinta generazione con Anthony and Clémence Toullec, vignaioli da sempre quindi. Nati già con l'odore del mosto in cantina. La loro non è una scelta nata, ma innata. E per loro natura sono quindi dei Récoltant Manipulant. Nel 2017 c'è stata la volontà di creare un proprio personale concetto di Champagne, loro che avevano sempre venduto le uve anche alle Maison più blasonate come Paul Roger, hanno deciso di presentare al mercato il loro modo di vedere lo Champagne. E visti i risultati ci verrebbe da dire che è davvero un gran vedere.
Vedi produttore

Bruschetta con lardo di Colonnata

Spaghetti alla colatura di alici

Cernia al forno con patate