Primitivo Di Manduria DOP "Papale" 2022 Varvaglione

SKU: 1142/2021/-
Primitivo Di Manduria DOP "Papale" 2022 Varvaglione

Primitivo Di Manduria DOP "Papale" 2022 Varvaglione

SKU: 1142/2021/-
Annata
Prezzo di listino €14,00 Prezzo scontato €11,50 - €2,50
/

  • Spedizione in tutto il mondo
  • Reso gratuito
  • Pagamenti sicuri
  • Magazzino basso, 9 articoli rimasti
  • Inventario in arrivo
Imposte incluse. Spedizione calcolata alla cassa.

Caratteristiche

Denominazione: Primitivo di Manduria DOP
Annata: 2022
Regione: Puglia
Tipologia: Rosso
Vitigni: Primitivo 100%
Colore: Rosso intenso dai riflessi rubino
Profumo: Sentori fruttati di prugne mature, confettura di ciliegia e note di cacao, appena speziato con un finale che dona note di vaniglia
Gusto: Morbido, avvolgente, equilibrato
Gradazione: 14%
Temperatura di Servizio:
14-16°C
Formato: Bottiglia 75 cl

Scheda Tecnica di Fermento24

Vigneti: Vigne ad alberello situate in provincia di Taranto
Vinificazione: Vinificazione con macerazione a temperatura controllata di 24°-28°C
Affinamento: In tonneau francesi per circa 8 mesi
Filosofia Produttiva:
Vini Convenzionali

Descrizione del Primitivo di Manduria DOP "Papale" Varvaglione

Il Primitivo di Manduria DOP "Papale" di Varvaglione è la "chicca" di casa Varvaglione. Prodotto da sole vigne di Primitivo allevate secondo il sistema tradizionale di allevamento ad alberello situate in provincia di Taranto. Per la vinificazione si esegue una macerazione a temperatura controllata a circa 26°- 28°C e una volta terminata la fermentazione alcolica segue un affinamento in tonneau di rovere francese per almeno 8 mesi.
Il Primitivo di Manduria DOP "Papale" di Varvaglione è un intenso rosso rubino carico che profuma di sentori fruttati di prugne mature, confettura di ciliegia e note di cacao, appena speziato con un finale che dona note di vaniglia e quella stessa sensazione di dolcezza accompagna il sorso in un gusto morbido, avvolgente ed equilibrato.

Produttore: Varvaglione

Siamo quasi al centro della pianura manduriana, tra masserie e muretti a secco, in quel landscape dai colori multiformi e dalla complessa diversità dei terreni che dalle terre rosse argillose cedono la vista al nero delle terre profonde e fertili di origine alluvionale.E' qui che nel 1921 Cosimo e Maria Teresa Varvaglione insieme ai loro tre figli hanno dato nuova vita ad un'azienda arrivata ora alla quarta generazione. La ricetta è rimasta più o meno uguale e continua a perpetrarsi anche ai giorni di oggi: una scrupolosa selezione delle uve tipiche del salentino in uno con le avanzate tecnologie per la produzione del vino, ma sempre legate alla tradizione vinicola.
Vedi produttore

Perfetto da bere con

Bruschetta con lardo di Colonnata

Tagliatelle al ragù

Pollo arrosto con patate